Corsi BLS-D

CORSI P-BLS-D

Corso Laico Adulto e Pediatrico

Abilitazione uso Defibrillatore Automatico

RICONOSCIUTO ARES 118


Obiettivo del Corso

Il programma del corso DAN Basic Life Support provider ("DAN BLS Provider") è studiato per insegnare le conoscenze e le abilità pratiche necessarie per fornire Basic Life Support (BLS) a vittime adulte, mentre il BLS-D, è studiato per addestrare ed educare le persone alle tecniche d’uso di un Defibrillatore Automatico Esterno (DAE) per vittime di arresto cardiaco.

Il BLS (-D) consiste in diverse tecniche di primo soccorso – “First Aid”, atte a mantenere ( che possono riportare) la vita. Alla fine del corso il provider sarà in grado di riconoscere un’emergenza, attivare il SME e fornire un BLS (-D) precoce, mentre attende l’arrivo del Supporto Vitale Avanzato – “Advanced Life Support (ALS)” sulla scena dell’incidente. L’accesso precoce al SME e il BLS (-D) precoce sono due (tre) dei quattro anelli della catena di sopravvivenza.


Al termine del corso, superata la prova pratica, ai partecipanti viene rilasciata la certificazione da Operatore BLSD PBLSD, essa è valida e riconosciuta. Inoltre come da normativa, iscrive l’operatore al registro dell’Ares 118 per l’utilizzo legale del defibrillatore.
Il brevetto rilasciato è:

  • Valido in tutta Italia;
  • Valido come punteggio nei concorsi pubblici;
  • Valido per crediti formativi scolastici ed universitari;
  • Valido per Centri Sportivi, Palestre e ASD (Decreto Balduzzi);

Obiettivi di Apprendimento

Alla fine di questo programma, i partecipanti al corso saranno in grado di:

      • Spiegare Anatomia e Fisiologia di base.

      • Elencare i 4 anelli della “catena di sopravvivenza”

      • Spiegare perché è importante il supporto di base alla vita – “Basic Life Support – BLS”

      • Dire quali sono gli scopi di BLS e rianimazione

      • Riconoscere i pericoli ed eseguire una valutazione della sicurezza ambientale

      • Proteggere se stessi dalla trasmissione d’infezioni

      • Descrivere la funzione di compressioni cardiache e ventilazioni

      • Spiegare come si evita la distensione gastrica

      • Verificare lo stato di coscienza

      • Rassicurare una persona infortunata

      • Aprire le vie aeree

      • Controllare se la respirazione è normale

      • Attivare il SME

      • Eseguire compressioni cardiache e ventilazione artificiale - RCP

      • Elencare i vantaggi di uno schermo facciale e di una maschera per rianimazione

      • Spiegare l’importanza della defibrillazione

      • Riconoscere i segni premonitori di arresto cardiaco improvviso.

      • Eseguire il BLS mentre si prepara il DAE (solo BLSD)

      • Utilizzare un DAE (solo BLSD)

      • Enunciare le più comuni cause di soffocamento

      • Descrivere le differenze tra ostruzione grave e lieve delle vie aeree

      • Prestare soccorso per il soffocamento

      • Spiegare perché una vittima non cosciente e che respira deve essere posta nella posizione di sicurezza

      • Porre una persona non cosciente e che respira nella posizione di sicurezza

      • Descrivere la funzione del sangue (facoltativo)

      • Prestare soccorso per l’emorragia esterna (grave) (facoltativo)

      • Spiegare cos’è lo shock (facoltativo)

      • Elencare almeno 3 cause di shock (facoltativo)

      • Elencare almeno 7 segni indicatori di shock (facoltativo)

      • Prestare soccorso a persone infortunate in stato di shock(facoltativo)



SOMMINISTRAZIONE OSSIGENO MEDICALE



In passato la legge consentiva di acquistare una bombola per ossigeno - come quelle incluse in molti Kit DAN - e ricaricarla. La situazione è cambiata, in virtù dell'applicazione di specifiche normative.

Da febbraio 2018, per effetto del comunicato ufficiale dell'AIFA del 20/06/2017, i Titolari di AIC di gas medicali non possono più caricare con ossigeno medicale compresso bombole di proprietà di terzi (farmacie, distributori, ospedali, case di cura, autoambulanze, altri mezzi di soccorso, studi medici, ecc.). Sono infatti obbligati ad utilizzare esclusivamente bombole proprie, rilasciate in accordo alle condizioni previste dall’AIC. I contenitori devono essere identificati da un codice autorizzativo univoco e completi dalla documentazione relativa alla singola bombola.

L’unica alternativa prevista dalla normativa vigente è quella di prendere in noleggio e/o in comodato d'uso bombole cariche di Ossigeno Medicale provviste di specifica autorizzazione rilasciata da un Titolare certificato. Una volta esaurita la carica di Ossigeno Medicale, i contenitori devono essere restituiti al fornitore, affinché questi possa ricaricare le stesse secondo il protocollo.

DAN Europe, in virtù del riconoscimento quale broker farmaceutico autorizzato dal Ministero della Salute, si è impegnato a creare una filiera certificata e sicura che consente, attraverso un fornitore convenzionato, di noleggiare e/o ricaricare bombole con Ossigeno Medicale nella totale legalità.
Questa possibilità viene riservata ai soggetti in possesso di certificazione DAN Oxygen Provider (livello base e/o avanzato) o DAN Oxygen Instructor (livello base e/o avanzato) in corso di validità, in ragione della formazione specifica che hanno ricevuto.


Diventa un OXYGEN PROVIDER e addestrati al meglio per gestire le situazioni d'emergenza che richiedono la somministrazione di ossigeno.




APPROFONDIMENTI

Chi può somministrare Ossigeno Medicale?




Il Ministero della Salute – Dipartimento della Programmazione e dell’Ordinamento del S.S.N., con nota esplicativa del 20/3/2012 resa dalla Direzione Generale dei dispositivi medici di tale Dipartimento, a seguito di parere conforme del Consiglio Superiore di Sanità reso in data 12/12/2011, ha chiarito che è consentito “a personale non medico, in assenza di un parere medico, somministrare ossigeno esclusivamente in situazioni di emergenza”, “se tale pratica è affidata a figure stabilmente presenti nei luoghi ove esistano rischi che richiedano, se emergenti, la somministrazione di ossigeno (bagnini, istruttori subacquei, capitani delle barche che accompagnano i sub per immersioni...) e sia previsto un addestramento in primo soccorso che fornisca conoscenze pratiche e teoriche tali da garantire la sicurezza necessaria per agire in modo rapido ed efficace in caso di emergenza (Basic Life Support)”.

Questo significa che la somministrazione di Ossigeno Medicale non è sempre limitata al solo personale medico o sanitario qualificato: in situazioni d'emergenza, l’ossigeno può essere somministrato anche da un soggetto “laico” (non sanitario) in possesso di un addestramento di Basic Life Support (BLS), con specifico riferimento a bagnini, istruttori subacquei e capitani delle barche che accompagnano subacquei in immersione.

Le norme del Codice di Nautica da Diporto (D.Lgs del 18/07/2005, n. 171 e ss.m.) prevedono, inoltre, all’art. 90, comma 1 lettera c) del relativo regolamento attuativo, che le unità da diporto impiegate come unità d'appoggio per le immersioni subacquee abbiano a bordo necessariamente un'unità per la somministrazione di ossigeno con caratteristiche conformi alla norma EN 14467.

Che dire dell'Ossigeno Industriale?

Esistono principalmente tre tipi di ossigeno in commercio:

·         Ossigeno avio (di tipo medicale, privo di impurità e condensa)
·         Ossigeno medicale (utilizzato per terapie mediche)
·         Ossigeno industriale (impiegato in macchinari quali saldatrici ed altiforni)


Questi possono avere percentuali di purezza che variano dal 75% al 99,99%, ma esistono grandi differenze nella modalità con cui vengono caricate le bombole, e questo incide sulla purezza complessiva dell'ossigeno.


Le linee guida per l’impiego dell’Ossigeno Industriale consentono una certa percentuale di impurità, quindi nella bombola potrebbero essere presenti elementi contaminanti. Ne consegue che l'Ossigeno Industriale non è idoneo per l’uso in emergenze subacquee. Solo l'Ossigeno Medicale può essere utilizzato nell'ambito di una terapia medica e del soccorso in emergenza.

Chi ricarica in maniera autonoma le proprie bombole con Ossigeno Industriale opera al di fuori della legge, a proprio rischio e pericolo - sia dal punto di vista della salute che dal punto di vista giuridico.

DIVENTA OXYGEN PROVIDE E OXYGEN ADV...